lunedì 1 febbraio 2016

Zeppole di San Giuseppe



Ingredienti


Per la pasta choux:
175 gr di farina di grano tenero tipo 00
185 gr di acqua
25 gr di latte
165 gr di burro
4-5 uova
un pizzico di sale
Per la crema:
200 gr di ricotta di pecora
canditi q.b.
80 gr di zucchero
75 gr di cioccolato fondente in scaglie
zucchero a velo
2 etti di amarene sciroppate

Consigli: La basa di queste delizie è la pasta choux, la cui ricetta rimane invariata in tutte le preparazioni. Si tratta di una base neutra, nè dolce nè salata, che si adatta ad ogni tipo di preparazione. Per ottenere un impasto a regola d'arte, ricordate di seguire alcuni piccoli accorgimenti: il burro deve essere completamente sciolto prima di aggiungere la farina e non deve bollire, altrimenti si perde la giusta proporzione di acqua. Come vedrete, tra gli ingredienti della ricetta c'è anche il latte che servirà per ottenere una pasta più scura e dorata: gli zuccheri del latte, in cottura, caramellizzano dando una bella sfumatura di colore. Può capitare che le uova indicate non siano sufficienti a raggiungere la consistenza desiderata perché troppo piccole, in questo caso dovrete aggiungerne ancora. Procedete sbattendo l'uovo e utilizzandone poco per volta fino a quando non avrete ottenuto il risultato desiderato. Infine, fate attenzione alla cottura. Se optate per la cottura in forno, una volta pronti, non tirateli subito fuori ma aspettate qualche minuto in modo che lo sbalzo di temperatura non li faccia sgonfiare

Preparazione

1.Mettete in una pentola il latte, l'acqua, il sale e il burro e fate scaldare. Togliete dal fuoco non appena il burro è sciolto e in un solo colpo versate la farina mescolando. Riportate sul fuoco e rimestate senza fermarvi fino a quando il composto non si staccherà facilmente dalle pareti della casseruola
2. Togliete dal fuoco e trasferite il composto in un contenitore, mescolando per raffreddarlo. Non appena sarà tiepido, trasferitelo in una planetaria (o in mancanza dovrete mescolare con un cucchiaio di legno) e aggiungete un uovo alla volta. Continuate fino a quando il composto non avrà raggiunto la consistenza di una crema
3. A questo punto, possiamo procedere alla cottura e quindi dovremo decidere se cuocerli in forno o friggerli. Io ho optato per la frittura, ma se preferite cuocerli in forno: versate la pasta choux dentro una tasca da pasticcere munita di bocchetta liscia. Su una teglia (sulla quale avremo sistemato della carta forno) procedete quindi a sistemare dei ciuffi di dimensioni medie ben distanziati. Infornateli a 180° per 30 minuti.
Se optate per la frittura, invece, scaldate abbondante olio (o strutto) in una padella e versate l'impasto a cucchiaiate nell'olio bollente. Fatele cuocere qualche minuto e mettetele a scolare su della carta assorbente. Lasciatele freddare.
Preparate la crema passando al setaccio la ricotta, aggiungete lo zucchero semolato, i canditi a pezzettini e il cioccolato in scaglie. Mescolate con cura e mettete in frigo per mezz'ora.
Procedete quindi alla farcitura e completate le sfinge con delle gustosissime amarene.
Spolverizzate con lo zucchero a velo e servite

lunedì 11 gennaio 2016

Trifle


Il trifle è un dolce inglese che risale al periodo medievale. Pare fosse fatto soprattutto per le mense dei poveri, costituito sostanzialmente da biscotti inzuppati nel vino o nel brandy uniti poi a crema e marmellata; la sua particolarità era di essere ricoperto con una crema speciale detta syllabub, fatta con panna, vino e brandy, sillabub che è giunto fino a noi dal secolo XIV solo con poche varianti.
Il triffle, attraverso i contatti fra l’Inghilterra e la corte degli estensi, sarebbe giunto a Ferrara e qui avrebbe subito le varianti che lo hanno trasformato nel dolce che oggi conosciamo, ovvero la zuppa inglese. La corte ferrarese degli Estensi, nel Cinquecento, intratteneva rapporti diplomatici con l’Inghilterra elisabettiana. Fu proprio un ambasciatore, di ritorno da Londra, a intessere le lodi del trifle, un dolce di tradizione popolare composto da una base di soffice pasta montata, inzuppata di vino dolce e quindi arricchita con panna, confettura e amaretti.


Vi occorreranno:

Pan di Spagna (o savoiardi):
75 gr di farina 00
75 gr di fecola di patate
150 gr di zucchero
250 gr di uova (5 medie)
1 bacca di vaniglia
la buccia di un limone
1 pizzico di sale

Per la bagna: brandy e succo d’arancia

Crema pasticcera:
1/4 di tazza di zucchero
1/4 di tazza di farina 00
1 pizzico di sale
4 tuorli d'uovo
2 tazze e ½ di latte
2 cucchiaini di vaniglia

Panna montata:
500 ml di panna fresca
2 cucchiai di zucchero a velo

marmellata di fragole o frutti rossi

Per guarnire:
frutti rossi a piacere
gelatina per frutta


Preparazione

1. Prepariamo un bagnomaria. Sovrapponiamo una boule in cui metteremo le uova con lo zucchero. Frustando, portiamo le uova a 50° C. Verifichiamo la temperatura con un termometro o manualmente. Versiamo le uova nella planetaria e cominciamo a montare a velocità media per 12 minuti. Setacciamo le polveri(farina e fecola) e uniamo alle uova un pizzico di sale e la scorza del limone grattugiata

Uniamo le polveri alla massa montata con dei movimenti molto leggeri dal basso verso l'alto. Versiamo nella teglia, precedentemente imburrata e infarinata e passiamo in forno a 180° per circa 20-22 minuti.

2. Prepariamo la crema pasticcera: scaldare il latte sul fuoco con la vaniglia. In una ciotola mescolate i rossi d’uovo con lo zucchero. Unite la farina e un pizzico di sale. Incorporate il latte tiepido alla preparazione e riportate tutto sul fuoco, mescolando con cura fino a che la crema risulterà densa e senza grumi. Sistemate il pentolino sopra una ciotola di acqua ghiacciata e procedete col resto della ricetta.

3.Tagliate il Pan di Spagna in tre parti. Sistemate sul fondo della ciotola uno strato di panna montata e adagiatevi sopra la prima fetta di Pan di Spagna. Bagnate con il brandy mischiato al succo d’arancia e versate sulla superficie qualche cucchiaio di marmellata di fragole che provvederete a spalmare in modo regolare su tutta la superfice. Su questa versate la crema pasticcera. Proseguite in questo modo per tutti gli strati. L’ultimo strato dovrà essere di panna montata sulla quale adagerete i frutti rossi a vostra scelta. Coprite questi ultimi con uno strato di gelatina per frutta e ponete la preparazione in frigorifero per almeno una notte.

giovedì 10 dicembre 2015

Couscous di cavolfiore con pesto alle erbe aromatiche


Questa è una di quelle ricette veloci, da preparare in soli 15 minuti

Ingredienti
1 cavolfiore
2 cipollotti piccoli
1 mazzetto misto di coriandolo, timo al limone e poca menta
1 peperone rosso arrostito
alcuni pomodorini ciliegia o datterini
olio e.v.o
un cucchiaio di mandorle spellate

Preparazione
Dividete il cavolfiore in cimette e mettetele nel frullatore. Non riempite troppo il frullatore altrimenti non riuscirete a farlo lavorare bene. Con brevi impulsi riducete il cavolfiore in granelli come il cous cous.

Scaldate l'olio in una padella capiente, aggiungete il cavolfiore, salate, mescolate poi chiudete con un coperchio e fate cuocere a fuoco moderato per 5-8 minuti o fino a che il cavolfiore è tenero abbastanza per i vostri gusti

Preparate il pesto di accompagnamento: Mettete le erbe aromatiche, i cipollotti, le mandorle, il succo del limone + la scorza nel mixer. Azionate e aggiungete l’olio a filo. Tritate il tutto fino a quando avrete ottenuto un bel pesto cremoso

Conditelo il couscous di cavolfiore con il pesto, il peperone tagliato a filetti, i pomodorini aperti a metà ed aggiustate di sale se necessario

giovedì 3 dicembre 2015

Plumcake con sorpresa


Il plumcake con sorpresa è secondo me uno di quei dolci che durante il periodo natalizio possono anche essere confezionati e regalati agli amici più cari. Io ho scelto come sorpresa dei graziosi alberelli verdi, ma potete scegliere anche soggetti diversi: stelle, cuoricini, piccoli babbo natale, ecc.

Ingredienti
Per gli alberelli di Natale
2 uova medie
100 g di zucchero semolato
150 g di farina tipo 00
30 g di fecola di patate
90 g di succo d'arancia
2 cucchiaini di lievito per dolci
80 g di yogurt bianco
65 g di olio di semi di mais
colorante alimentare verde

Per l'impasto alla vaniglia:
3 uova medie
180 g di zucchero semolato
300 g di farina tipo 00
120 g di olio di semi di mais
180 ml di latte intero
una bustina di lievito per dolci
un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

Preparazione
1. Per gli alberelli:sbattete le uova con lo zucchero con le fruste elettriche per ottenere un composto gonfio e spumoso. Aggiungete poco per volta l'olio e lo yogurt

2.Setacciate la farina insieme al lievito e alla fecola di patate, incorporateli all'impasto alternandoli al succo d'arancia. Unite qualche goccia di colorante alimentare fino ad ottenere il verde che desiderate. Distribuite il composto ottenuto su una teglia rivestita di carta da forno, dategli una forma rettangolare e uno spessore di circa 1,5 cm. Infornate a 180 gradi per circa 15 minuti

3.Per l'impasto alla vaniglia: sgusciate le uova in una terrina e sbattetele insieme allo zucchero. Aggiungete gradualmente il latte, poi l'olio. Incorporate delicatamente la farina setacciata con il lievito, profumate con l'estratto di vaniglia e versate un terzo del composto in uno stampo per plumcake imburrato e infarinato.

4.Ricavate dall'impasto verde tanti alberelli. Ricopriteli con l'impasto rimasto. Infornate il plumcake a 170 gradi per circa 50 minuti



lunedì 30 novembre 2015

Fondant al cioccolato


Era da tempo che avevo voglia di una torta cioccolatosa che si sciogliesse in bocca e così mi sono detta, perché non provare il fondant?
Il Fondant ha tra i suoi ingredienti il cioccolato fondente, le uova, lo zucchero a velo e il burro. Possono cambiare le proporzioni, ma una cosa è certa: il fondant deve avere un cuore fondente. Ognuno ha poi la sua personale gradazione di cuore morbido e c'è chi lo preferisce decisamente più cotto e meno scioglievo.
Per un Fondant parfait è importante:
Non far grumi
Cuocere a basse temperature
Sfornare quando la superficie è croccante ma il centro trema come un budino
Sformare solo quando è completamente freddo
Un buon Fondant non deve collassare e deve essere formato dai due strati esterni croccanti e l'interno debole e umido.
Se si desidera un cuore più "fermo", basterà cuocerlo qualche minuto in più

Ingredienti
250 gr di cioccolato fondente
100 gr di zucchero a velo
200 gr di burro
4 uova

Preparazione

1. Spezzettate il cioccolato e fatelo fondere in un pentolino a bagnomaria. Unite il burro a pezzetti continuando a mescolare, poi lo zucchero a velo e lavorate finché avrete ottenuto un composto liscio e omogeneo.

2. lncorporate le uova, uno alla volta, sbattendo con la frusta. Quindi versate il composto in uno stampo da plumcake imburrato e infarinato. Cuocete in forno già caldo a 180° per per 25 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare completamente.

3 Capovolgete il fondant in un piatto, togliete lo stampo, spolverizzate con cacao amaro e servitelo tagliato a fette. Potete decorarlo con riccioli di cioccolato oppure servirlo con una deliziosa crema inglese all'arancia

lunedì 23 novembre 2015

Millefoglie di pasta strudel alla crema di pistacchio


Negli ultimi tempi, complici i corsi di pasticceria che ho seguito, mi piace molto sperimentare la creazione di dolci che si rifanno ad alcuni impasti di base come ad esempio la pasta strudel. Volevo realizzare un dolce al pistacchio, ma volevo fosse qualcosa di diverso dal solito e così mi è venuta un'idea: perché non realizzare un impasto che abbiamo in sé tutti gli ingredienti di uno strudel e farlo diventare la base per realizzare con questo una sorta di millefoglie? Detto, fatto. Quello che vedete è il risultato. Il dolce a me è piaciuto davvero tanto. Al primo morso non solo senti la croccantezza della pasta che ha tutto il sapore di uno strudel, ma quando affondi il cucchiaio nella crema vieni catturato completamente dalla deliziosa crema al pistacchio realizzata con il prodotto di un'azienda siciliana che produce creme artigianali con prodotti siciliani d'eccellenza

Ingredienti
125 gr di farina
30 ml di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di sale
25 gr di uvetta
qualche cucchiaio di zucchero semolato
un pizzico di cannella
scorza di un limone
1 uovo
una mela renetta
pangrattato q.b.
Per la farcitura:
400 gr di ricotta di pecora
200 gr di zucchero a velo
4 cucchiai di crema di pistacchio
granella di pistacchio q.b.


Preparazione


Setacciate la farina, un pizzico di sale, olio, acqua e un uovo e iniziate a impastare fino a ottenere un composto elastico. Aggiungete anche l’uvetta precedentemente ammollata, la scorza di limone, la cannella, la mela grattugiata e il pangrattato.
Mettete un filo d’olio nella ciotola e coprite l'impasto con pellicola. Lasciate riposare mezz’ora.
Stendete la pasta su della carta forno in un rettangolo perfetto. Con l’aiuto di un righello ricavate dei rettangoli il più regolari possibili. Spennellate di burro fuso e cospargeteli di zucchero a velo. Passateli in forno a 180 gradi per 10 minuti. Lasciateli freddare e intanto preparate la farcitura.
Passate la ricotta al setaccio, mescolatela con lo zucchero a velo e unite la crema di pistacchio. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.
Su ogni singolo piatto componete il dolce. Versate un piccolo strato di crema al centro per fermare il primo biscotto. Farcite con un primo strato di crema, ancora un biscotto, un altro strato di crema e infine l’ultimo biscotto. Rivestite quest’ultimo con uno strato sottile di crema al pistacchio e completate il dolce con della granella di pistacchio



giovedì 19 novembre 2015

Quiche lorraine alla mela verde e indivia


La quiche lorraine, originaria della regione francese della Lorena è la varietà più conosciuta di quiche. I suoi ingredienti base sono l’uovo, la panna acida e la pancetta. A questi generalmente si aggiunge il formaggio e talvolta la cipolla. In questo caso la quiche si veste di ingredienti dai colori tenui come quello dell’indivia belga e della mela verde e al camembert si sostituisce un formaggio a pasta molle e crosta fiorita dal gusto delicato

Ingredienti
Per la pasta brisèe:
200 gr di farina
5 gr di sale
90 gr di burro a pezzetti
1
uovo
20 gr di acqua
Per la farcitura:
300 ml di panna fresca
4 tuorli e 2 uova
sale
pepe
un pizzico di noce moscata
2 cespi di indivia belga
1 mela verde
300 gr di brie
alcuni grani di pepe rosa
una noce di burro

Preparazione
Preparate la pasta : lavorate la farina, il sale e il burro (morbido) in una ciotola, con le dita, fino a quando il burro è stato assorbito dalla farina.
Aggiungete l’uovo e l’acqua e impastate. Quando la pasta sarà omogenea, avvolgetela con della pellicola e mettetela a riposare al frigo per 2 ore.
Preparate la farcitura: mescolate con la frusta la panna, le uova e i tuorli, salate e pepate.
Tagliate l’indivia a fette e fatela stufare in padella con la noce di burro. Tagliare la mela e il formaggio a pezzettini.
Col matarello stendete la pasta a 3mm e rivestite uno stampo da crostata leggermente imburrato.
Disponetevi l’indivia, poi i cubetti di mela e il formaggio, versate infine gli ingredienti liquidi.
Cuocete al forno a 180° per circa mezz’ora. Servite con qualche grano di pepe rosa




mercoledì 18 novembre 2015

Donuts


Ingredienti (per 10 pezzi)
Per la pasta:
2 uova
160 gr di zucchero
550 gr di farina 00
3 cucchiaini di lievito in polvere
1 bustina di zucchero vanigliato
2 pizzichi di sale
1/2 cucchiaino di noce moscata
40 gr di burro
120 gr di latte
olio di semi di arachidi per friggere
Per il Frosting al limone
30 gr di burro
130 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di quark alla panna o formaggio fresco analogo
1 cucchiaio di scorza grattugiata di limone
1 cucchiaio di succo di limone
1 bacca di vaniglia
scorrete di limone per decorare

Frosting rosa:
40 gr di burro
130 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di panna
una bacca di vaniglia
colorante alimentare

Frosting al cioccolato:
20 gr di burro
2 cucchiai di latte
2 cucchiai di sciroppo d'acero
50 gr di cioccolato semifondente
80 gr di zucchero a velo

Preparazione
1. Montate a crema uova e zucchero. Mescolate farina, lievito, sale, noce moscata, zucchero vanigliato

2. Fondete il burro con il latte tiepido. Unite la miscela di farina a latte e burro e alla crema di uova, alternandole. Coprite l'impasto e lasciate riposare 1 ora almeno

3. Spolverate la pasta con abbondante farina e spianatela allo spessore di un pollice. Copiate a ciambella. coprite e fate lievitare altri 20 minuti circa

4. Friggete in abbondante olio, girandoli una sola volta. Fateli asciugare su della carta assorbente. Potete anche cuocere le ciambelle in forno a 180° Per 15 minuti

5. Preparate il frosting: Montate il burro morbido con lo zucchero a velo con lo sbattitore elettrico, a mano aggiungete il quark alla panna, scorza e succo di limone e vaniglia. Decorate il donuts con il frosting e le scorrette di limone

6.Per il frosting rosa: Montate a crema burro e zucchero a velo con lo sbattitore. A mano aggiungete panna e bacca di vaniglia e infine il colorante

7. Per il frosting al cioccolato: Scaldate il burro con il latte, lo sciroppo d'acero e il cioccolato. Togliete dal fuoco e aggiungete zucchero a velo. Mescolate fino ad ottenere una glassa cremosa. Potete completare con delle arachidi tostate o del cocco grattugiato






martedì 17 novembre 2015

Cannoli siciliani in due versioni



Ho già preparato i cannoli in passato, ma adesso che ho avuto modo di prepararli anche al corso di pasticceria, ho avuto modo di affinare la ricetta che vi propongo in due versioni, entrambe valide


Cannoli Versione 1

Ingredienti
1 kg di farina
100 gr di zucchero
100 gr di strutto o olio
400 gr di Marsala
10 gr di succo di limone
20 gr di aceto rosso
10 gr di sale fino
Per la crema di ricotta:
800 gr di ricotta di pecora
350 gr di zucchero
200 gr di gocce di cioccolato

Cannoli versione 2

Ingredienti
1 kg di farina 00
100 gr di zucchero
100 gr di strutto
10 gr di sale
10 gr di caffè in polvere
10 gr di cannella
10 gr di cacao amaro
½ bacca di vaniglia
200 gr di uova intere
200 gr di vino bianco
25 gr di aceto di vino


Preparazione

La preparazione in entrambe le ricette è la stessa.

1.Preparate la sera prima la crema di ricotta: passate la ricotta al setaccio, quindi, aggiungete ad essa lo zucchero e le gocce di cioccolato (laddove la ricetta prevede le gocce di cioccolato) e mescolate fino a ottenere una crema omogenea. Riponetela in frigorifero ben coperta

2. Preparate le scorze dei cannoli: Lavorate la farina setacciata con tutti gli ingredienti secchi. Aggiungete quindi i liquidi e lavorate fino ad ottenere un impasto elastico e liscio. Se dovesse essere necessario aiutatevi con qualche cucchiaio di acqua fino ad ottenere a consistenza giusta

3. Stendete l'impasto a uno spessore di 2 mm servendovi della classica macchina per la pasta. Con un coppapasta o un bicchiere ricavate delle forme rotonde, quindi avvolgetele attorno ai classici cannelli o cilindri di metallo. Per chiudere i lembi potete bagnare i bordi semplicemente con un po' d'acqua oppure con un albume d'uovo

4. Friggeteli (nello strutto o se preferite nell'olio) pochi per volta e metteteli a scolare su della carta assorbente

5.Trasferite la crema di ricotta dentra una sac à poche e farcite le scorze

6. Completateli a scelta con: granella di pistacchio, granella di nocciole o delle scorze di arance candite

Nota. Potete anche cuocerli in forno a 180°C per 20 minuti

lunedì 16 novembre 2015

Bignè Croquelin al pistacchio, nocciola e mandorla


Oggi cari amici vorrei proporvi una ricetta che mi sta particolarmente a cuore, perché per realizzarla ho utilizzato dei prodotti che arrivano dritti dritti dalla mia bella Sicilia. L'azienda che li produce si chiama Sciara Pistacchio e si occupa della produzione e commercio di Pistacchio, frutta secca e semilavorati per gelateria insieme a prodotti destinati al consumo diretto, come le creme spalmabili. Vi consiglio di visitare il loro sito perché troverete tanti prodotti lavorati artigianalmente che faranno sicuramente al caso vostro.
Ma veniamo alla ricetta: Bignè Craquelin con crema pasticcera aromatizzata in tre diversi gusti:al pistacchio, alla nocciola e alla mandorla, una vera goduria per il palato: la crostini croccante e la scioglievolezza delle creme li rendono irresistibili

Ingredienti

PASTA CHOUX (di Christophe Felder)
125 gr di acqua
125 gr di latte intero
5 gr di zucchero semolato
3 gr di sale
100 gr di burro
150 gr di farina 00
250 gr di uova intere
PATE CRAQUELIN (di Philippe Conticini)
80 gr di burro freddo
50 gr di zucchero di canna
50 gr di farina 00
3 gr di sale
Per la crema pasticcera:
500 gr di latte intero
½ baccello di vaniglia
2 uova intere
40 gr di farina 00
150 gr di zucchero
1 pizzico di sale

Preparazione.
1. La prima operazione da compiere consiste nel preparare la pate craquelin, perché dovràà raffreddarsi in freezer. In una planetaria con la frusta K, mescolate la farina setacciata con zucchero e sale, aggiungete il burro freddo tagliato a dadini e mescolate sino ad ottenere un composto sbricioloso. Lavorate il composto con le mani e formate un panetto che andrete a stendere tra due fogli di carta da forno ad uno spessore di 2 mm, riponete in freezer sino all'utilizzo

2.Preparate la PATE CHOUX: in un pentolino mettete l'acqua, il latte, lo zucchero, il sale e il burro tagliato a dadini e appena raggiunge il bollore e il burro si è completamente sciolto togliete dalla fiamma e versate la farina, precedentemente setacciata in un solo colpo e amalgamate velocemente con una spatola dopodiché riportate su fiamma per far asciugare l'impasto


3.Quando avrà raggiunto 92°-96° togliete dalla fiamma e versate l'impasto nella planetaria e con la frusta K mescolate a bassa velocità per togliere calore


4. Appena l'impasto raggiunge la temperatura di 50° iniziare a versare le uova uno per volta, aggiungendo le successive solo quando quelle precedenti sono state assorbite dall'impasto, che sarà pronto quando cadendo dalla spatola formerà un nastro pesante

5.Imburrate leggermente una teglia e con l'aiuto di una sac à poche con beccuccio liscio da 1 cm dressate i bignè distanziati fra loro


6.Tirate fuori dal freezer la pate craquelin e con un coppapasta della stessa grandezza del bignè ritagliate dei dischi di craquelin e poggiate ogni disco sui bignè

7. Infornate a 220-230° (forno statico) per i primi 10 minuti poi abbassate la temperatura a 180° e continuate la cottura per altri 15 minuti infine abbassate ancora la temperatura a 150° e fate asciugare i bignè per altri 10 minuti tenendo lo sportello del forno leggermente aperto. Fate raffreddare i bignè su una griglia

8. Intanto preparate la crema pasticcera: in un pentolino versate la panna, il latte, il pizzico di sale e la vaniglia e fate scaldare. A parte mescolate i rossi d'uovo con lo zucchero. Aggiungete la farina setacciata e versate quindi sul composto a filo il latte scaldato con la panna. Mescolate e riportare sul fuoco. Cuocete fino a quando la crema non avrà raggiunto la giusta consistenza.

9. Lasciate freddare la crema e dividetela in tre ciotoline. In ognuna, aggiungete due cucchiaini di crema al pistacchio, alla mandorla e alle nocciole e mescolatele con cura.

10. Togliete la calotta ai bignè e farciteli con le tre diverse creme. Completate con della granella di pistacchio e servite